header
Catalogo vendita on line romanzi narrativa, libri horror, fantascienza, gialli e thriller Libreria on line romanzi letteratura Vendita on line romanzi per ragazziGuide illustrate e manualiCatalogo libri giuridici professionaliCatalogo libri pedagogia e sociologiaCatalogo libri pedagogia e sociologiaLibreria on line libri psicologia e filosofiaLibreria on line libri psicologia e filosofia
-- -----..
  -

  Home Page » Narrativa » Saggistica » Casanova e l'invidia del grembo.Ragionamenti fatui sulla discussa capacitÓ cognitiva delle donne e sull'esistenza di una ragione nel loro utero 9788860733214
Ricerca veloce
 
Inserire il Titolo o il Codice EAN del libro


Catalogo per Autore
Catalogo per Genere
Casanova e l'invidia del grembo.Ragionamenti fatui sulla discussa capacitÓ cognitiva delle donne e sull'esistenza di una ragione nel loro utero
[9788860733214]
16,50Euro
Casanova e l'invidia del grembo.Ragionamenti fatui sulla discussa capacitÓ cognitiva delle donne e sull'esistenza di una ragione nel loro utero
Clicca per ingrandire

Autore: Carlo Flamigni
Editore: Baldini Castoldi Dalai
Edizione: 1
Anno: 2008





Genere: Saggistica - Donne
Pagine: 267


IL LIBRO IN SINTESI

Prendendo spunto da una polemica letteraria di altri tempi (tra Giacomo Casanova e due professori dell'UniversitÓ di Bologna) e di altri luoghi (Bologna, ma non solo Bologna), l'autore ci guida in un percorso tortuoso, che sfiora i confini della biologia, della filosofia, della letteratura, della mitologia e della religione, cercando ovunque riferimenti a un comune denominatore: l'accanirsi dell'uomo, nel corso dei secoli, contro la donna, negando in particolare tanto le sue capacitÓ cognitive quanto le ragioni e i misteri del suo grembo. La "presupposta" diversitÓ e disumanitÓ delle donne ha fatto sý, infatti, che in passato venissero considerate nei pi¨ impensabili e stravaganti dei modi: animali che pensano, uomini difettosi o mutilati, esseri irrazionali e imperfetti portati all'inganno e alla menzogna, creature deboli, fragili, impazienti, incostanti, crudeli, incapaci di governare e di consigliare. Insomma, l'idea di essere tutti costole di Eva era proprio troppo dura da accettare, sebbene anche oggi la presunzione maschile non si sia ancora liberata del tutto degli antichi retaggi. Domani, chissÓ.

Recensioni  
Servizi
Guida alla ricercaGuida alla ricerca
ContattiContatti
footer
DiBi Libri Ŕ una sezione di : DiBi Web - Via A.Grandi, 8 - 71100 Foggia - P.IVA 00003198884
Tutto Kit